Skip to main content

Pregi e difetti della Balduina secondo i suoi abitanti

Gli esiti di un sondaggio per un progetto di Tecnica Urbanistica della Sapienza. Balduina’S: “Utile complemento di analisi che conferma le “voci” dei cittadini che raccogliamo quotidianamente”

Quali sono i pregi e i difetti, gli aspetti positivi e quelli, invece, negativi, o comunque da migliorare, della Balduina secondo i suoi stessi residenti? È quanto ha cercato di capire, tramite un questionario diffuso online, soprattutto sui gruppi Facebook come Balduina’S Community con i suoi ottomila iscritti, da una studentessa, Margherita Magrini, corso di Ingegneria Edile-Architettura presso l’Università La Sapienza di Roma. Gli esiti saranno utilizzati per un progetto d’esame di Tecnica Urbanistica tenuto dalla professoressa Fabiola Fratini. L’obiettivo del questionario era quello di individuare i principali problemi del quartiere per sviluppare possibili soluzioni sostenibili, raccogliendo dati oggettivi e analizzabili dal punto di vista statistico, tenendo in considerazione soprattutto l’individuazione di aree verdi inservibili e di possibili zone in cui implementare il verde urbano.

Fra i punti di forza del quartiere vengono menzionati soprattutto la presenza della pista ciclopedonale (60%) e la stazione ferroviaria FL3 (55,3%), mentre, fra i punti di debolezza, sono citati, in primo luogo, il degrado dello spazio pubblico (78,8%), e cio’, sottolinea poi la studentessa, “può influire negativamente sul benessere e la sicurezza dei residenti”, poi il traffico e la mancanza di parcheggi (74,1%), che quindi “rappresentano una criticità significativa”, e la scarsa presenza di servizi comuni (67,1%). Gli aspetti positivi del quartiere che vengono menzionati indicherebbero, invece, “una buona base per uno sviluppo sostenibile, ma le varie problematiche riscontrate farebbero pensare che “ci sono ancora molte sfide da affrontare”. La domanda seguente verteva proprio sui servizi da migliorare nel quartiere, che sarebbero soprattutto i parchi e le aree verdi (63,1% delle risposte), ma anche le aree per i giovani (60,7%) e i luoghi per lo studio (51,2%). Da questi dati emergerebbe quindi “una necessità di spazi che promuovano la socialità, l’educazione e la salute” e il desiderio di “un ambiente più vivibile e sostenibile”, e tali “risultati possono guidare le future iniziative di sviluppo urbano”.

Le domande successive riguardavano le “tipologie di aree per la riqualificazione”, e veniva quindi chiesto “quale proposta “Green” ti piacerebbe venisse realizzata nel tuo quartiere”, con moltissime preferenze (il 66,7%) accordate ai “pocket park” (parchi tascabili), e parecchie risposte (il 56,8%) favorevoli agli orti comunitari. Veniva poi chiesto “quali tipologie di aree immagini per riqualificare la zona?”, e il 62,4% delle preferenze andavano ad aree verdi aperte con edifici comuni, mentre il 55,3% erano per aree dedicate allo sport e il 49,4% per le piazze. Infine, la domanda “Ritieni che le aree verdi nel quartiere siano sufficienti?”, che ha ottenuto una leggera prevalenza di si (54,1%) sui no. Nelle considerazioni successive, si evidenzia come il forte interesse per aree verdi con edifici per attività e per pocket park indicherebbe “una preferenza per spazi verdi che offrano sia natura che utilità pratica”, mentre quello per gli orti comunitari suggerirebbe “un interesse per progetti che promuovano la comunità e la sostenibilità alimentare”, e le richieste di aree per lo sport e di giochi per bambini dimostrerebbero “un forte desiderio di spazi per attività fisiche e famigliari”.

Parecchie preferenze anche per piazze ed aree pedonali, e ciò suggerirebbe “che i residenti desiderano spazi sicuri e sociali senza traffico veicolare”. Vengono quindi suggeriti alcuni interventi a lungo termine, ossia lo “sviluppo di aree verdi multifunzionali con edifici per attività culturali e ricreative”, la “pedonalizzazione di strade chiave e creazione di piazze” . Vi sono, poi, una serie di interventi suggeriti dai residenti stessi, soprattutto in alcuni luoghi, ossia, in primo luogo, Monte Ciocci, poi il parco del Pineto, il mercato di piazza Mazzaresi, il parco di Proba Petronia, piazza della Balduina, via Festo Avieno, largo Aldo Zucchi e parco Mellini e la pista ciclopedonale, dei quali ci si lamenta soprattutto per il degrado e la necessità di manutenzione . Come “raccomandazioni per la riqualificazione”, si suggerisce, a breve termine, la manutenzione regolare di Monte Ciocci e parco del Pineto” e “pulizia e illuminazione delle scalinate e pista ciclopedonale, mentre, a lungo termine, “riqualificazione strutturale di mercato piazza Mazzaresi e piazza della Balduina”, “ristrutturazione e utilizzo degli edifici abbandonati” e “creazione di nuovi spazi verdi e sportivi nei parchi esistenti”. Lapoliticadi1

Vengono quindi chieste, con altre tabelle, quali siano le “priorità di intervento percepite dai residenti”, e, secondo molti, sarebbe “assolutamente prioritaria” la “manutenzione delle aree verdi e degli spazi pubblici”, come pure la “pulizia delle strade e dei marciapiedi”, mentre viene percepito come “molto prioritario” l’”inquinamento”, sia “ambientale che quello acustico”, e la sicurezza, e “prioritario” il “traffico stradale” e “l’illuminazione stradale e la creazione di nuovi spazi comunitari”. Sono poi svolte alcuni considerazioni finali sul questionario, nelle quali la studentessa scrive che esso ha evidenziato “una serie di pregi, ma al contempo la necessità di interventi di manutenzione e riqualificazione, e “nonostante la presenza di infrastrutture apprezzate, come le aree pedonali e le piste ciclabili, il degrado degli spazi pubblici e le problematiche legate al traffico sono state segnalate dai residenti come criticità rilevanti”.

Vengono infine suggerite alcune azioni per “rendere Balduina un quartiere più sostenibile”, a partire dalla “manutenzione e riqualificazione delle aree verdi (Monte Ciocci, parco del Pineto e parco Monte Mario”, poi il “miglioramento degli spazi pubblici” (piazza della Balduina, di cui viene anche suggerita la “pedonalizzazione”, e il mercato di piazza Mazzaresi, di cui si propone la “ristrutturazione”), quindi la “creazione di nuovi spazi sociali e di aggregazione (pocket park, orti comunitari e nuovi servizi culturali e luoghi d’incontro”), poi il “miglioramento delle infrastrutture di mobilità”, a cominciare dalla pista ciclopedonale, ma anche “miglioramento della viabilità e gestione del traffico”. Seguono, infine, l’”implementazione di progetti a lungo termine”, come “”aree verdi multifunzionali”, “boschi verticali e tetti verdi” e “pedonalizzazione di strade chiave e creazione di piazze”, quindi “aumentare la sicurezza”, con “sistemi di videosorveglianza”, e l’”educazione e coinvolgimento della comunità”, con “programmi di educazione ambientale” e “coinvolgimento della comunità locale nei progetti di riqualificazione”.

Ecco gli esiti del questionario e la relazione integrale:
https://www.canva.com/design/DAGHRVR7y34/ErMkYTZWRUKPrRdvO14yOg/view?utm_content=DAGHRVR7y34&utm_campaign=designshare&utm_medium=link&utm_source=editor

Luca Fiorucci
Pregi e difetti della Balduina secondo i suoi abitanti
31 Mag
Condividi articolo
Ti potrebbero interessare anche…
  • Balduina’S incontra l’assessora Portaro, Ambiente e Commercio

    Balduina’S incontra l’assessora Portaro, Ambiente e Commercio

    7 Giugno 2024
  • Offese social a Balduina’S. Ex esercente si scusa e offre una donazione per il decoro del quartiere

    Offese social a Balduina’S. Ex esercente si scusa e offre una donazione per il decoro del quartiere

    7 Giugno 2024
  • Pregi e difetti della Balduina secondo i suoi abitanti

    Pregi e difetti della Balduina secondo i suoi abitanti

    31 Maggio 2024
  • Fare rete con ASSORETIPMI per contrastare le inefficienze della burocrazia

    Fare rete con ASSORETIPMI per contrastare le inefficienze della burocrazia

    18 Maggio 2024
  • Storie di vita al femminile

    Storie di vita al femminile

    9 Maggio 2024
  • Un anno del Club del Libro di Balduina’S con Massimo Cecchini e il suo “Bambino”

    Un anno del Club del Libro di Balduina’S con Massimo Cecchini e il suo “Bambino”

    15 Aprile 2024
  • Assemblea del Comitato Civico Balduina’S: “Noi al servizio del Quartiere, ma chiediamo rispetto dalle Istituzioni e più supporto dai cittadini”

    Assemblea del Comitato Civico Balduina’S: “Noi al servizio del Quartiere, ma chiediamo rispetto dalle Istituzioni e più supporto dai cittadini”

    27 Marzo 2024
  • “Letteratura e(‘) Donna. Storie di Vita al femminile, l’aperitivo letterario organizzato da Balduina’S per la Festa della Donna

    “Letteratura e(‘) Donna. Storie di Vita al femminile, l’aperitivo letterario organizzato da Balduina’S per la Festa della Donna

    15 Marzo 2024
  • Piazzale Socrate, polemiche sulla grata. A quando l’annunciata riqualificazione?

    Piazzale Socrate, polemiche sulla grata. A quando l’annunciata riqualificazione?

    3 Marzo 2024
  • Manifestazione sul cantiere di via Lattanzio per dire “no” ad altri piani. Partecipazione e istanze.

    Manifestazione sul cantiere di via Lattanzio per dire “no” ad altri piani. Partecipazione e istanze.

    19 Febbraio 2024
Torna su